Vita Veloce, 3 soluzioni per rallentare lo scorrere del tempo


Sicuramente lo hai sentito dire: viviamo in una società TROPPO veloce. Magari anche tu hai fatto questo pensiero, qualche volta. Magari oggi ti sei svegliato e ti sei detto: "Caspita, è già Lunedì!" O anche, visto che oggi è il 20 marzo, "Caspita, domani è già primavera! - Come scorre veloce, il tempo*!"

Cosa fare? Soccombere alla velocità della nostra vita moderna o provare a cambiare il nostro rapporto con lui? Sempre che tu voglia cambiare questa sensazione, quando ce l'hai! Mica per altro, perché magari ad alcuni piace vivere una sensazione di velocità. Ad altri, invece, può mettere ansia.

Di seguito 3 piccole soluzioni per rallentarne la percezione del suo scorrimento.

1. QUANDO VALUTI IL TEMPO, SII PRECISO!

Spesso, arrivati alla domenica pomeriggio, mi è capitato di ascoltare: "Ed il week end è già finito!" Certo - potremmo dire - il week end sta volgendo al termine, visto che è nella seconda metà inoltrata, quindi potremmo pure arrotondare per eccesso e definirlo come "già finito", ma è proprio in quell'arrotondamento che c'è le fregatura.

Perché il cervello è tremendamente letterale e quindi, se il "we è già finito", inizierà GIA' a pensare al lunedi! E allora, nonostante ci sarebbe tutto il tempo per godersi ancora la domenica (una passeggiata con chi ti è caro, un'attivitò in casa, un cinema, etc.) saremo già proeittati nel futuro e avremo sprecato le restanti ore della giornata.

Mica male, vero?

E' sempre utile essere precisi? Si e No. Questo meccanismo di arrotondamento è lo stesso meccanismo che, arrivati al giovedì ci fa dire: "Alè, siamo già a giovedì, domani è venerdì e dopodomani è sabato!", e noi sbrighiamo le nostre faccende tutti pimpanti, in prospettiva delle feste prossime venture (per chi le ha). Quindi valuta sempre quando arrotondare e quando esser precisi!