Referendum per l'indipendenza e Terapia Solution Building, che ne esce?


E' notizia di ieri l'esito del referendum per l'indipendenza della Catalogna dal resto della Spagna, un'adesione altissima e un SI che raggiunge il 90% dei consensi (queste sono le informazioni in mio possesso, almeno).

fonte foto qui: Link

E' giusto o sbagliato ricercare l'indipendenza, tramite un referendum? Chi lo sa, questo lo dobbiamo chiedere a chi ha detto di sì e chi ha detto di no. Avranno avuto le loro ragioni, per concludere la loro valutazione. Non è nostro ruolo affermare un "giusto e un sbagliato" su questo tema. Semmai, possiamo domandarci se è utile o meno. E se lo è in virtù dei nostri obiettivi. Perché nella vita ci sono tante cose giuste da dire e non dire, ma non per questo esse saranno ugualmente utili.

Capiamoci: il futuro non si esaurisce nelle scelte che prendiamo, il futuro si sviluppa in quello che facciamo con le scelte che prendiamo.

Ti racconto una storia: c'era una persona non sapeva se separarsi o rimanere sposata. Non lo sapeva perché l'unica volta che era andata via di casa aveva sofferto per sei mesi la solitudine e aveva concluso che non c'era "nulla di meglio", li fuori. Nonostante questo, la vita matrimoniale continuava a non soddisfarla. Quindi il cruccio rimaneva: rimanere in un rapporto che non mi soddisfa e che mi porta sofferenza o tornare in quel limbo di solitudine che potrebbe essere la mia vita?

Perché questa storia? Perché se questa persona avesse fatto, agito e quindi vissuto esperienze appaganti fuori dal matrimonio, avrebbe generalizzato aspettative diverse da una futura separazione: forse avrebbe pensato che ne sarebbe valsa la pena o forse no, ma comunque le sue conclusioni sarebbero derivate dal tipo di esperienza che avrebbe fatto.

Capito il senso? Il senso del discorso è che io, tu, le nazioni intere possono pure prendere la decisione più giusta della vita, più in linea con i nostri valori, con i nostri ideali, contro tutte le ingiustizie del mondo, ma se poi non ci prendiamo l'impegno, la coerenza, la responsabilità di pianificare quello che si vuole vivere DOPO, noi stiamo solo SPRECANDO quella decisione. E gettando alle ortiche tutto il buono che c'era stato fino a poco tempo prima.

Una cosa simile è accaduta con la Brexit: gli inglesi hanno votato per uscire dall'Unione Europea. Scelta rispettabilissima, ma che è stata fatta senza pianificare cosa sarebbe accaduto DOPO quella scelta. Forse non lo sai, ma i nuovi rapporti tra il Regno unito e l'Unione Europea devono ancora essere definiti e lo saranno soltanto DOPO dei lunghissimi negoziati tra il Regno Unito e l'Unione Europea.

Sia chiaro, non sto contestando la scelta degli elettori inglesi, sto solo riflettendo che è stata una scelta che non ha preso in considerazione il DOPO di quella scelta.

Quindi è giusto o sbagliato per la Catalogna lottare per l'indipendenza? Dipende.

Dipende da quello che vorranno fare, pianificare costruire, PARTENDO da quella decisione.

Perché gli ideali smuovono le folle, ma raramente le nutrono. Per nutrirle ci vuole pianificazione, accordi commerciali e piani di sviluppo.

Antonio Amatulli

Antonio Amatulli è Psicologo, Consulente Sessuale e Coach Professionista. Spinto dalla volontà di garantire risultati concreti per i suoi clienti, si è formato in numerosi ambiti: Coaching, Ipnosi, PNL, tecniche di rilassamento, Terapia Centrata sulla Soluzione e Terapia Narrativa.

Questo gli permette di poter ascoltare e aiutare in modo personalizzato e concreto chi chiede i suoi servizi di Consulenza Psicologica, Formazione e Consulenza aziendale

E' autore di numerosi libri tra cui "Terapia Solution Building - Centrata sulle Competenze" dove sintetizza il suo attuale metodo di lavoro.

Se vuoi prendere un appuntamento o chiedere informazioni, scrivi a dott.amatulli@gmail.com oppure chiama il 3290122086

#psicologoantonioamatulli #terapiasolutionbuilding #indipendenzareferendum

0 visualizzazioni

© 2017, 2019 by Antonio Amatulli. Proudly created with Wix.com