Pregiudizi Sullo Psicologo Vs. Le 10 verità sullo Psicologo Parte 1


In rete circolano alcune simpatiche slide che riassumono alcuni pregiudizi sullo Psicologo. Quindi ecco il mio commento, ad ognuno di essi, tra botte e risposte brevi, veloci e, possibilmente, umoristiche su questa bellissima professione. L'obiettivo è costruire le 10 verità sullo Psicologo

1. Lo Psicologo è per i Matti

Anche. Fermo restando che la parola "matti" è decisamente desueta e non viene più utilizzata come termine tecnico da moltissimi anni, suppongo che chi dica che lo Psicologo è per i matti sotto intenda che lo Psicologo sia per persone che stanno molto, molto male psicologicamente. Certo che è così, anche loro hanno diritto a star bene e a rivolgersi ad un professionista della salute a tornare a essere liberi e felici. Mica solo chi sta poco male psicologicamente.

Non mi pare che il medico curi esclusivamente persone che hanno broncopolmoniti, ma anche persone con "semplici" raffreddori. Un medico che davanti ad un raffreddore licenzia il paziente dicendo: "lè poca cosa, il raffreddore, torni quando è più grave!" Sarebbe da teatro dell'assurdo!

Invece il medico a volte interviene in modo preventivo, per farsì che la persona non inizi propri ad ammalarsi. Quindi, riformulando la prima affermazione: Lo Psicologo è per tutti, per chi è sano e per chi soffre. Con ognuno utilizzerà strumenti calibrati sulla sua richiesta. Lo Psicologo è per chi vuole star bene.

2. Lo Psicologo è per i Deboli

Beh, dovremmo prima concordarci sul significato del termine "deboli". Ci riferiamo a persone che non riescono a superare un problema da soli? Persone che non sollevano più di 5 kg con le loro braccia? A quale tipo di debolezza ci riferiamo? A prescindere da cosa tu intenda per "deboli", è ovvio che se ci rivolgiamo ad un professionsita terzo, è perché cerchiamo una forza esterna che ci accompagni nei nostri obiettivi.

Ci sarà sempre, in una certa misura, una sorta di debolezza. Sarà la nostra spinta all'azione. Esattamente come quando abbiamo fame e decidiamo di nutrirci, o abbiamo desiderio di affetto e ci coccoliamo con i nostri cari, avere, in certi momenti una debolezza è un qualcosa di assolutamente fisiologico e normale nella vita di una persona.

La vera domanda, semmai, è un'altra: C'è qualcosa di male nell'avere una qualche debolezza per la quale chiediamo maggior forza? Credo proprio che non ci sia nulla di male, anzi. C'è molta forza nel chiedere aiuto per una propria debolezza. Io la chiamo responsabilità! Nel momento in cui tutti le possono avere, chiedere maggior forza è solo un modo per migliorarci

In tal caso ti invito a leggere il mio precedente post, sulla possibilità di combattere un carro armato armati solo di un fucile, scoprirai che spesso la nostra dotazione di ordinanza non basta per situazioni straordinarie e che quindi si deve chiedere una mano al granatiere.

Insomma, Chi si rivolge ad uno Psicologo è in cerca di una Forza che lo aiuti a migliorarsi in alcune situazioni per lui ritenute importanti.

3. Lo Psicologo Potrebbe Manipolare la Mente

Questa è una delle mie preferite. Beh, se ci pensi, se lo Psicologo potesse manipolare la mente, sarebbe un'ottima cosa. Voglio dire, se l'obiettivo è aiutarti a vivere diversamente i tui pensieri, qualcuno che sappia manipolare la mente, può essere esattamente quello che cerchi! In realtà è molto più facile che noi ci si "manipoli" da soli, in totale autonomia! Ma questa ultima affermazione, mettila da parte un attimo, è un argomento troppo grande per essere raccontato adesso e ne parlerò un'altra volta.

Ma capisco il senso di questo pregiudizio, quello di trovarci davanti ad una persona che ci "rigiri" per i suoi scopi personali. E' possibile che singoli colleghi attuino comportamenti del genere. Purtroppo sono accaduti. Fortunatamente, l'Ordine degli Psicologi vigila su questi comportamenti i quali portano solitamente alla radiazione dall'Albo.

Quindi diciamo che lo Psicologo non manipola la mente, ma favorisce la genesi o il recupero di modi alternativi di pensare, agire e vivere le emozioni UTILI a quello specifico cliente.

Nei prossimi post affronteremo gli altri pregiudizi, intanto riassumiamo le prime tre verità sullo Psicologo che abbiamo individuato:

1. Lo Psicologo è per tutti, per chi è sano e per chi soffre. Con ognuno utilizzerà strumenti calibrati sulla sua richiesta. Lo Psicologo è per chi vuole star bene.

2. Chi si rivolge ad uno Psicologo è in cerca di una Forza che lo aiuti a migliorarsi in alcune situazioni per lui ritenute importanti.

3. Lo Psicologo favorisce la genesi o il recupero di modi alternativi di pensare, agire e vivere le emozioni UTILI a quello specifico cliente.

E tu? Hai qualche pregiudizio in merito allo Psicologo? Tutti barba e lettino?

Antonio Amatulli

Antonio Amatulli è Psicologo, Consulente Sessuale e Coach Professionista. Spinto dalla volontà di garantire risultati concreti per i suoi clienti, si è formato in numerosi ambiti: Coaching, Ipnosi, PNL, tecniche di rilassamento, Terapia Centrata sulla Soluzione e Terapia Narrativa. Questo gli permette di poter ascoltare e aiutare in modo personalizzato e concreto chi chiede i suoi servizi di Consulenza Psicologica, Formazione e Consulenza aziendale

E' autore di numerosi libri tra cui "Terapia Solution Building - Centrata sulle Competenze" dove sintetizzo il mio attuale metodo di lavoro.

​per appuntamenti in studio e online: 3290122086

oppure dott.amatulli@gmail.com

#pregiudizipsicologo #veritàpsicologo #psicologolucca #antonioamatulli

0 visualizzazioni

© 2017, 2019 by Antonio Amatulli. Proudly created with Wix.com