© 2017, 2019 by Antonio Amatulli. Proudly created with Wix.com

Speciale San Valentino: Amore, Amare, Innamoramento

February 13, 2017

           (Questa è la mia personale riflessione su alcune parole importanti per tutti noi: l'Amore, l'Amare, l'Innamoramento. E' anche un estratto da un libro che sto scrivendo con tela la seduzione. Buona lettura).

 

           C'è molta confusione riguardo questi termini. O meglio, ci sono molti significati anche diversi che vengono attribuite a queste parole. Provo a dire la mia.

 

Spesso vengono utilizzati in modo inappropriato, come sinonimi, soprattutto le parole "amare" ed "amore". Esse in realtà sono diverse tra loro: la prima è un verbo, l'altra un nome, o meglio, una nominalizzazione: un verbo che con l'uso è diventato sempre di più un nome. E' opportuno, quindi, fare un po' di chiarezza.

 

           Una persona si innamora quando è convinta di aver trovato una persona capace di poter soddisfare i propri bisogni emotivi e affettivi. Questa convinzione porta il sedotto ad innamorarsi del seduttore. L'innamorato, in quanto tale, vorrà amare il seduttore, perché convinta che solo l'altra persona la possa rendere felice (a prescindere che lo possa realmente).

 

Quindi ci innamoriamo quando ci convinciamo che la  tal pesona ci possa rendere intrinsicamente felici (non per niente diciamo frasi: "E' quella giusta", "E' l'uomo che fa per me", "con lui/lei posso fare grandi cose!")

 

Una persona AMA un altra persona quando, nel suo rapportarsi a lei, la rende felice partendo dal suo punto di vista, dalle sue esigenze. Una persona ama chi ha accanto se e solo se ne soddisfa i bisogni. Ci si può sentir amati solo quando sentiamo che le nostre esigenze affettive e relazionali trovano spazio all'interno della coppia.

 

            Questa definizione deriva dall'idea che anche se il verbo amare è un verbo attivo (una persona AMA un'altra) i risultati dell'atto dell'amare vengono vissuti da chi riceve questo atto; quindi è solo chi riceve "l'amare dell'altro"  che può valutarne la qualità, che può valutare se i propri bisogni ne vengono soddisfatti, se è effettivamente si sente amato. 

 

            Vedi, il verbo "amare" è molto simile al verbo "cucinare": così come si cucina solo in determinati momenti della giornata, esattamente quando alcuni ingredienti vengono elaborati assieme, si ama solo quando si soddisfano i bisogni del proprio partner. Se i bisogni non vengono soddisfatti, non si sta amando, a prescindere da tutti i "Ma io ti amo" che possano essere detti.

 

           Questo non esclude che le due persone si vogliano bene, eh, che si sanno amare o che vogliono amarsi, ma, in quel particolare momento, esclude la presenza dell'amare.

 

            E l'Amore? L'Amore è una cosa che si fa in due. L'amore è quella consapevolezza di coppia, dove entrambi i partner soddisfano reciprocamente i bisogni dell'altro, in un circolo virtuoso di affetto ed attenzioni.

 

E tu? Che idee hai sull'Amore, sull'Amare e sull'Innamoramento?

 

Antonio Amatulli

 

 

Antonio Amatulli è Psicologo, Consulente Sessuale e Coach Professionista. Spinto dalla volontà di garantire risultati concreti per i suoi clienti, si è formato in numerosi ambiti: Coaching, Ipnosi, PNL, tecniche di rilassamento, Terapia Centrata sulla Soluzione e Terapia Narrativa. Questo gli permette di poter ascoltare e aiutare in modo personalizzato e concreto chi chiede i suoi servizi di Consulenza Psicologica, Formazione e Consulenza aziendale

 

E' autore di numerosi libri tra cui "Terapia Solution Building - Centrata sulle Competenze" dove sintetizzo il mio attuale metodo di lavoro.

​per appuntamenti in studio e online: 3290122086 

oppure dott.amatulli@gmail.com 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Rendi la tua comunicazione un paradiso o un inferno usando questa piccola attenzione

February 19, 2018

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Visualizzazioni
Dicono di me
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square