© 2017, 2019 by Antonio Amatulli. Proudly created with Wix.com

Coaching di Natale - Programma i tuoi Sogni del 2017!

December 26, 2016

Un regalo di Natale per programmarsi al meglio l'anno che verrà. Come? Con le domande di coaching, che ci permetteranno di acquisire una visione dell'anno chiara, focalizzata e attivante!

 

Oggi è il 26 dicembre 2016.  Adesso, immaginati, ascoltati e sentiti a martedì 26 dicembre 2017, tra un anno esatto. Hai  ottenuto qualcosa di veramente bello e importante nel tuo lavoro.

 

1. Cosa hai ottenuto?

 

Rispondi con calma, prenditi tutto il tuo tempo. E' un esercizio che richiede rispetto e attenzione, quindi prenditi il tempo che merita. Focalizzati su quello che VEDRAI, su quello che ASCOLTERAI e sulle SENSAZIONI che sentirai dentro il tuo corpo. Qui, la stessa domanda, ma con qualche dettaglio in più:

 

Immaginati al 26/12/2017, cosa vedranno i tuoi occhi? Che sensazioni ti trasmetterà il tuo corpo? Cosa ascolterai e cosa ti potrai dire, mentre vedi quello che stai vedendo e provi quello che stai provando?

 

Fatto? Ora rispondi a questa domanda:

 

2. Come mai, per te,  è così importante quello che hai ottenuto?

 

Solitamente quando desideriamo che una cosa accada, lo desideriamo perché indicativamente, ci pare una cosa positiva. Qui, invece, voglio aiutarti a focalizzarti il più possibile sul maggior numero di conseguenze positive che puoi ottenere. Quindi, rispondi a questa sequenza di domande:

 

I. Cosa hai ottenuto di positivo? 

II La risposta alla domanda I, che benefici ti porta?

III La risposta alla domanda II, che ulteriori benefici ti porta?

 

Hai capito la domanda? Provo a spiegartela con un esempio.

Steve, musicista per passione, decide che a fine hanno vuole aver fatto il suo primo album con il suo gruppo: Gli Uomini di Ferro. Quindi alla domanda I, risponde:

 

-"finalmente metto su disco le emozioni che canto con la mia musica"

 

La domanda II diventa: "Mettendo finalmente su disco le emozioni che canto con la mia musica, che benefici ne ho?"

 

E Steve, può rispondersi:

 

-"Ho il beneficio di potermi mettere in gioco con le major discografiche e con il pubblico"

 

Con una risposta del genere, la domanda III si trasforma in:

 

"E nel momento in cui posso mettermi in gioco con le major discografiche e con il pubblico, che benefici ne ricevo?"

 

Steve può quindi rispondersi:

 

-"Posso darmi la possibilità di diventare famoso con le mie emozioni e la mia musica"

 

Ti torna che, ora, Steve non avrà più un unico motivo per registrare un disco, ma ne avrà ben tre, tutti collegati al risultato ottenuto? Quanto sarà motivato, adesso, per agire? Io penso tantissimo.

 

3. Che problema ti risolve, quello che hai appena ottenuto?

 

 

Questa domanda è speculare alla precedente. Se prima abbiamo ragionato su quello che di positivo si può ottenere, ora possiamo riflettere sui problemi che ci togliamo, se andiamo verso la direzione dell'obiettivo. Ha lo stesso schema di quella precedente, solo, che si parla di problemi:

 

I. Che problema ti risolve?

II La risposta alla domanda I, che altro problema ti risolve?

III La risposta alla domanda II, che ulteriori problemi ti toglie?

 

Fatto? Bene. E' o non è un obiettivo che merita di essere raggiunto? Soffermati su questa domanda e poi, procedi.

 

4. Quindi sei al 26/12/2017, con il tuo bel cambiamento a livello professionale. Cosa hai fatto, per arrivare lì?

 

Ora facciamo il percorso a ritroso. Torna al 26/12/2017 e dai uno sguardo al passato: cosa hai fatto, per arrivare lì? Quali sono stati i passaggi fondamentali durante l'anno, per arrivare lì? Individuane 3:

 

3. _____________

2. _____________

1. _____________

 

Individuati? Bene. Ora collocali nel tempo. Quando li puoi aver fatto, indicativamente? A giugno 2017, a inizio primavera del 2017? Già da gennaio? Bene. Ora procedi alla prossima domanda:

 

4. Come mai non lo stai già facendo?

 

Cosa ti ha impedito di agire già questi tre passi? Condizioni economiche, la presa di decisioni difficili, o altri fattori? Analizza brevemente gli ostacoli, e riportali qui:

 

Rispondi pure qui:

 

Me lo ha impedito:

A. _____________

B. _____________

C. _____________

 

5. Di cosa hai bisogno per farlo adesso?

 

Ok, sappiamo quali sono, almeno indicativamente, i passaggi che farai nel corso dell'anno per arrivare a Dicembre 2017 con l'obiettivo raggiunto. Sappiamo anche che (probabilmente) ci sono state delle ragioni che te lo hanno impedito. Bene, adesso domandati: Ora, di cosa hai bisogno per poter agire? Gli impedimenti ci sono ancora? Cosa puoi fare per farsì che non siano più impedimenti?

 

Quali sono tre piccole azioni che entro l'anno puoi fare per iniziare a risolvere gli impedimenti e raggiungere l'obiettivo di fine Dicembre 2017? 

 

e inoltre:

 

Quali sono le tre piccole azioni che ti porteranno in direzione del tuo obiettivo, dopo che avrai risolto gli eventuali impedimenti?

 

Dopo che avrai risposto anche a quest'ultima domanda, ecco quella FINALE:

 

6. Che premio TI DARAI, dopo che avrai portato a termine le tre piccole azioni precedenti?


Diciamolo fuori dai denti: premiarsi fa bene. Motiva il cervello e lo stimola sempre di più a ragionare per obiettivi e azioni.

 

Il premio può essere una cosa molto semplice, e in linea con le tue possibilità. Se abitui il tuo cervello a premiarsi con settimane di vacanze, lui, poi, si aspetterà altre settimane di vacanze. Il che è bellissimo, ma deve poter essere fattibile, sennò genererà frustrazione. Quindi qualcosa di piacevole, in linea con le tue possibilità e che tu sia contento di fare. (alcuni esempi possono essere: una birra con gli amici, un gelato, un cinema, un prodotto di bellezza, etc.)

 

Quindi, bando alle ciance, e rispondi qui sotto:

 

Dopo che avrò compiuto le prime tre piccole azioni per avvicinarmi all'obiettivo, mi premierò con un

 

-._____________

 

7. Epilogo

 

Bene, adesso abbiamo un bel piano di partenza!

 

Da un lato abbiamo la motivazione: perché è importante che per te accada questo, che benefici ti porta e che problemi ti toglie.

 

Da un altro lato abbiamo chiarezza in merito a cosa te lo ha impedito fino ad ora.

 

Infine abbiamo le azioni che, ad oggi, ti paiono essere le prime da compiere per raggiungere quest'obiettivo.

 

Ora ti manca solo di riordinare i pensieri, scrivere per bene e agire allineata alle tue risposte.

 

Se ci fossero ancora dei "problemi" o dei cambi di programma, invece prova a rileggerti l'articolo, ricontestualizzato al momento in cui ti trovi rispetto alla fine dell'anno.

 

E non dimenticarti il premio!

 

Adesso non mi resta che farti gli auguri per un ottimo inizio anno, qualsiasi 2016 tu abbia passato, nel 2017 potrai sempre contare su di te.

 

Antonio Amatulli

 

PS: se questo esercizio ti è piaciuto, e hai voglia di altre domande, ti invito a leggere il mio libro "Sogno e Son Desto - La legge dell'attrazione, i sogni e le domande giuste per raggiungerli", un libro pieno zeppo di domande con l'unico scopo di accompagnarti al raggiungimento dei tuoi Sogni. Clicca sull'immagine, potrai leggere l'anteprima del libro!

 

 

 

 

 

Vuoi imparare a dire di no, aiutato e aiutata da Antonio Amatulli? Chiama il 3290122086 o scrivi a dott.amatulli@gmail.com per prendere un appuntamento, dal vivo o su Skype!


 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Rendi la tua comunicazione un paradiso o un inferno usando questa piccola attenzione

February 19, 2018

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Visualizzazioni
Dicono di me
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square